SpaceX cattura la bandiera, battendo Boeing in concorso cosmico



I primi astronauti lanciati da SpaceX dichiararono la vittoria lunedì nel gioco cosmico di cattura della bandiera della NASA.

Hanno subito rivendicato il premio lasciato alla Stazione Spaziale Internazionale quasi un decennio fa dall’ultimo equipaggio a lanciare dagli Stati Uniti.

“Congratulazioni, SpaceX, hai la bandiera”, ha detto il presidente della NASA Doug Hurley il giorno dopo essere arrivato alla stazione spaziale.

Hurley mostrò la piccola bandiera degli Stati Uniti durante una conferenza stampa e di nuovo in un collegamento con il quartier generale di SpaceX a Hawthorne, California.

“Puoi scommettere che lo porteremo con noi quando torneremo sulla Terra”, disse Hurley, galleggiando accanto al compagno di equipaggio di Dragon Bob Behnken.

La bandiera ha volato sul primo volo dello Space Shuttle nel 1981 e su quello finale nel 2011. Hurley era nell’ultimo shuttle equipaggio.

La bandiera è stato un ulteriore incentivo per la società SpaceX di Elon Musk e Boeing, in competizione per essere la prima società privata a lanciare un equipaggio alla stazione spaziale. Il decollo di sabato degli astronauti della NASA è stato il primo dagli Stati Uniti in nove anni. Il primo volo per astronauti della Boeing non è previsto fino all’anno prossimo. L’equipaggio comprenderà Chris Ferguson, comandante dell’ultimo volo navetta che ora lavora per Boeing.

“Orgoglioso di cedere il titolo di “L’ultimo comandante di un veicolo spaziale americano lanciato” a @Astro_Doug che, con @AstroBehnken, è tornato negli Stati Uniti nello spazio da KSC dopo 3.252 giorni. Ben fatto,” ha twittato Ferguson dopo il decollo SpaceX.

Si stima che circa 100.000 persone – fornitori, fornitori, ingegneri, ecc. – siano state responsabili del lancio impeccabile di sabato dei piloti collaudatori Hurley e Behnken a bordo di un razzo SpaceX Falcon 9 del Kennedy Space Center. La capsula Dragon, anch’essa costruita e di proprietà di SpaceX, è ormeggiata alla stazione spaziale Domenica.

“È maestoso per tutti noi”, ha detto benji Reed, direttore di SpaceX, agli astronauti di Hawthorne.

Reed chiese loro del viaggio del Falcon. Hurley ha detto che poteva sentire quando il razzo è andato transonico e ha rotto la barriera del suono. La spinta finale in orbita, sul secondo stadio, era piena di vibrazioni e sembrava di “guidare veloce, molto veloce su una strada di ghiaia”, ha detto. Gli astronauti passarono immediatamente dal tirare più di tre G – più di tre volte la forza della gravità terrestre – alla gravità zero non appena raggiunsero l’orbita.

“Sembra l’ultima corsa su una Batmobile con il motore a reazione acceso,” disse Reed.

Behnken ha detto che una delle prime cose che ha fatto quando ha raggiunto il laboratorio orbitante è stato chiamare suo figlio di 6 anni, Theo, per sentire com’è stato guardare suo padre saltare nello spazio “e condividere che un po ‘con lui mentre era ancora fresco nella sua mente.”

Hurley e Behnken passarono lunedì a fare in modo che il loro drago ancorato fosse pronto a fare una fuga di emergenza, se necessario. La capsula servirà come la loro scialuppa di salvataggio durante la loro visita alla stazione spaziale. Si unirono a tre residenti della stazione: un americano e due russi.

La NASA deciderà nelle prossime settimane quanto tempo tenere la coppia lì. La loro missione potrebbe durare da uno a quattro mesi. I tempi dipenderanno dalle casse dragon in orbita e dal lancio dei preparativi per il prossimo volo astronauta della compagnia, attualmente mirato per la fine di agosto.

Con così tanta incertezza e così tante variabili, Behnken disse che era un po’ difficile spiegare a suo figlio quando sarebbe tornato.

“Dal suo punto di vista, è solo eccitato che stiamo andando a prendere un cane quando torno a casa,” Behnken ha detto con un sorriso.