Microsoft dà credito allo sviluppatore di AppGet



Microsoft ha finalmente dato uno sviluppatore di app indipendente a causa del credito per il suo nuovo Windows Package Manager dopo aver accusato il gigante tecnologico di “copiare la meccanica di base” del suo prodotto chiamato AppGet.

Sviluppatore AppGet Keivan Beigi è uscito allo scoperto, dettagliando su come Microsoft lo ha “fantasma” per mesi dopo aver preso informazioni sul suo gestore di pacchetti AppGet.

Egli ha affermato che la “meccanica di base, terminologia, il formato del manifesto e la struttura, anche la struttura di cartelle del repository di pacchetti” di Microsoft Windows Package Manager (winget) sono stati pesantemente ispirati da AppGet, riporta The Verge.

Leggi anche: I libri che Bill Gates vuole che tu legga quest’estate

In un ultimo post di blog, Andrew Clinick che è Group Program Manager, Windows, finalmente ha dato beigi credito per il nuovo Windows Package Manager.

“Negli ultimi due giorni abbiamo ascoltato e imparato dalla nostra comunità e chiaramente non siamo stati all’altezza di questo obiettivo. Più specificamente, non siamo riusciti a vivere fino a questo con Keivan e AppGet. Questa è stata l’ultima cosa che volevamo”, ha scritto Clinick.

Microsoft il mese scorso ha annunciato un’anteprima di gestione dei pacchetti per Windows.

“L’ultima cosa che vogliamo fare è alienare chiunque nel processo. Ecco perché lo stiamo costruendo su GitHub all’aperto dove tutti possono contribuire,” ha detto Microsoft.

GitHub consente all’azienda di avere un repository aperto e un modo per integrarsi con le pipeline DevOps per la pubblicazione di app e così via.

“Saremo aperti approvvigionamento del nostro codice di servizio nel nostro repository WinGet su GitHub in modo da poter collaborare con Keivan e altri per consentire un migliore servizio di elenchi repository WinGet”, ha detto Clinick.