Apple può essere in parte citato in giudizio per nascondere iPhone-demand calo



Un giudice federale degli Stati Uniti ha detto che Apple deve affrontare una parte della causa che sostiene che la società nascosto il calo della domanda di iPhone, in particolare in Cina, che portano a miliardi di dollari in perdite per gli azionisti.

Il giudice federale Yvonne Gonzalez Rogers ha respinto le altre affermazioni nella causa, secondo i rapporti, ma ha sostenuto che gli azionisti possono citare in giudizio per ciò che il CEO Tim Cook ha detto sulle forti richieste di iPhone su una chiamata degli analisti il 1 novembre 2018. Questa chiamata è avvenuta solo pochi giorni prima che Apple chiedesse al suo più grande produttore di frenare la produzione.

“Assente qualche disastro naturale o altro motivo che interviene, è semplicemente inverosimile che Cook non avrebbe saputo che la domanda di iPhone in Cina stava scendendo solo giorni prima di tagliare le linee di produzione,”Ha detto il giudice Rogers.

Il giudice ha anche detto che la decisione di Apple di smettere di segnalare le vendite di unità iPhone anche “plausibilmente suggerisce che gli imputati si aspettavano che le vendite di unità diminuissero”.

Apple non ha risposto a questo ordine, che è stato messo fuori tardi il Martedì.

La causa è guidata dal sistema di pensionamento dei dipendenti dello Stato del Rhode Island ed è stata fatta dopo che Cook ha ridotto inaspettatamente le previsioni di fatturato trimestrali di Apple fino a 9 miliardi di dollari, il 2 gennaio 2019. E questo è stato fatto in parte a causa delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina

Questa è stata la prima volta nella storia di iPhone, da quando è stato lanciato, che Apple aveva tagliato le sue previsioni di entrate. Le azioni di Apple sono diminuite del 10% il giorno dopo e circa 74 miliardi di dollari di valore di mercato è stato appena cancellato.

Ciò che ha essenzialmente innescato questa lamentela è stato il fatto che Cook ha detto sul grido analista che l’iPhone XS e l’iPhone XS Max hanno avuto un “inizio davvero grande” aggiungendo che mentre alcuni mercati emergenti stavano affrontando un calo delle vendite, la Cina non era uno di loro.

A gennaio 2019, Apple aveva abbassato l’obiettivo di fatturato a 84 miliardi di dollari per il primo trimestre, passando da 89 a 93 miliardi di dollari. Cook ha detto agli azionisti, in una lettera, che la minore anticipazione dei ricavi, soprattutto nella Grande Cina, era responsabile dell’intera carenza.

(Con input dell’agenzia)