La vendita di azioni da 7 miliardi di dollari di Reliance ha dato il via a Jio



Reliance Industries Ltd. ha concluso la sua vendita di azioni da 7 miliardi di dollari come parte di un’iniziativa di raccolta fondi volta a pagare il debito netto a zero e a sostenere lo spostamento del gruppo petrolio-telecomunicazioni verso il commercio elettronico.

La più grande offerta di diritti del mondo da parte di una società non finanziaria in almeno un decennio è stata sottoscritta circa 1,59 volte. La società, la più grande dell’India, ha ricevuto impegni per oltre 840 miliardi di dollari (11,1 miliardi di dollari) contro i 422,62 milioni di azioni in offerta. Le azioni dovrebbero essere quotate sulle borse il 12 giugno o intorno, secondo un deposito azionario.

Mukesh Ambani, l’uomo più ricco dell’Asia, ha arato più della propria fortuna nella società, portando nuovi sostenitori da Facebook a investitori di private equity con sede negli Stati Uniti, tra cui Silver Lake Partners per Jio Platforms, la holding per il suo operatore wireless Reliance Jio Infocomm. Altre offerte sono in arrivo, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione.

La Mubadala Investment Co. di Abu Dhabi si sta avvicinando a un accordo per investire circa 1 miliardo di dollari in piattaforme Jio e un annuncio potrebbe arrivare non appena questa settimana, ha detto che le persone, che hanno chiesto di non essere identificate come le informazioni sono private. Reliance è anche in discussione con Abu Dhabi Investment Authority e il Fondo per gli investimenti pubblici dell’Arabia Saudita, ha detto il popolo.

Gli azionisti hanno ricevuto una quota di diritti ogni 15 detenuti, a 1.257 s.p.a., inferiore al prezzo di chiusura di 1.541,7 s. il mercoledì. I fondatori dell’azienda hanno accettato di acquistare la loro piena assegnazione, più eventuali azioni resione.

Gli investitori che hanno acquistato l’offerta di diritti di 531,2 miliardi di dollari possono pagare a rate. Un importo di 314,25 dollari per azione era dovuto il 17 maggio, con altri 314,25 dollari a testa da pagare entro maggio del prossimo anno, e il resto entro novembre 2021.

Un pezzo chiave del piano di riduzione del debito di Ambani che deve ancora riunirsi dopo un crollo dei prezzi del greggio è stimato 15 miliardi di dollari di vendita di pali nell’unità di raffinazione e sostanza chimica di Reliance Industries a Saudi Arabian Oil Co. Reliance ha detto che la due diligence erano in corso e Aramco è stato impegnato nel suo investimento pianificato.