PUBG è stata la partita più giocata durante il blocco covid-19



Gli indiani, almeno quelli abbastanza fortunati da essere abbastanza auto-quarantina a casa, hanno trascorso un sacco di tempo a giocare online. Giochi come PUBG, Fortnite, Minecraft, Clash of Clans, League of Legends, World of Warcraft ecc hanno assistito a una maggiore trazione nel mese di maggio, secondo i dati di uno studio di SEMRush.

Secondo i dati, quasi 22 persone lakh hanno giocato PUBG il mese scorso rendendolo il gioco più popolare del paese. In secondo luogo è venuto Minecraft che è stato giocato da 8.2 lakh persone. Circa 8,5 lakh hanno giocato Fortnite, 1,5 lakh ha giocato A League of Legends, 1,5 lakh ha giocato Counter-Strike, 1,1 lakh hanno scelto World of Warcraft e un altro 1.1 ha scelto Clash of Clans.

Il blocco ha visto gli indiani partecipare a un sacco di tornei online pure. Tra gennaio e aprile, il numero di ricerche di tornei come International, Fortnite World Cup, Counter-Strike, Pokemon World Championships e League of Legends World Championship è aumentato rispettivamente dell’81%, 22%, 84%, 255% e 50%.

Le persone non solo giocavano sul proprio smartphone, c’era anche un salto nei numeri per le console. Secondo i rapporti, Nintendo Switch è stata la console più ricercata nel mese di aprile con 1.1lakh persone cercando in su. Questo è stato seguito da Xbox One e PlayStation 4 con 0.49 ricerche lakh e Wii U ricercati da 0.02 lakh persone.

Le ricerche online per Mobile Premier League (MPL) hanno registrato un aumento del 406% tra gennaio e aprile 2020.

In particolare, sullo smartphone, PUBG Mobile (10 lakh), Subway Surfers (8.2 lakh), Ludo King (18 lakh), Garena Free Fire (2 lakh), Temple Run (2.4 lakh), Angry Birds (1.6 lakh) e Clash of Clans (1.1 lakh) sono stati i giochi più ricercati tra gennaio e aprile.

I dati di Nielsen hanno rivelato che il tempo trascorso a giocare online è aumentato del 44% nella settimana a partire dal 16 maggio. L’aumento di questa metrica è stato graduale e costante nel corso del blocco a partire dalla settimana del 16 marzo, quando l’aumento è stato dell’11%. La settimana del 25 aprile ha visto il picco dei giochi online con la quantità di tempo speso sugli smartphone per giocare, per utente, sparando il 62% rispetto al pre-lockdown.