Apple, Google e Amazon preparano il modello di casa connessa per il 2021



L’anno scorso, Apple, Google e Amazon hanno annunciato un progetto per abilitare un protocollo di comunicazione open source per i dispositivi di casa intelligente. Ora i giganti della tecnologia, che lavorano in collaborazione con l’Alleanza di zigbee (tra cui Samsung, Ikea e Philips), hanno rivelato le prime informazioni sul nuovo standard – un progetto chiamato “Connected House over IP” – che è già in fase di sviluppo e dovrebbe essere lanciato entro il 2021.

Ad oggi, ci sono 145 aziende associate, con centinaia di esperti che stanno già lavorando al progetto, divisi in 30 team multidisciplinari per implementare il nuovo standard.

Recentemente, un repository open source è stato creato su GitHub con l’obiettivo di semplificare lo sviluppo di tecnologie e integrare più dispositivi nel progetto, che dovrebbe portare diversi vantaggi per gli utenti e produttori nei prossimi anni.

L’idea è che l’elettronica basata sul nuovo protocollo funziona con qualsiasi ecosistema – si potrebbe utilizzare un assistente Amazon per controllare l’hardware di Google, per esempio. In questo modo, le aziende vogliono facilitare e rendere l’esperienza di casa connessa più naturale, fornendo una connessione sicura e facile da usare.

Secondo il gruppo, le tecnologie esistenti, come Apple HomeKit, dovrebbero essere utilizzate per costruire il nuovo standard. L’aspettativa è che ancora nel 2020 avremo qualche dettaglio in più e un possibile schema sul protocollo.