Nubank testa la rata degli acquisti fatti a vista sulla carta di credito



Nubank ha annunciato martedì (6) uno strumento per i propri clienti per parcellare i singoli acquisti, all’interno dell’applicazione responsabile della gestione di tutte le transazioni. Gli interessi addebitati per il servizio sono inferiori alle commissioni per il credito rotativo (costo quando una fattura non è completamente pagata dalla persona) e l’obiettivo non è quello di costringere l’utente a dividere un’intera fattura nei momenti di bisogno.

Con il nuovo strumento, l’utente può scegliere qualsiasi acquisto effettuato con carta di credito nubank e rate fino a 12 volte, rispettando rate di almeno R $ 20 per ogni mese.

La funzione può essere importante sia per coloro che cercano di ridurre le spese mensili, sia per i clienti del fintech brasiliano che hanno acquistato un prodotto senza la possibilità di rata con il commerciante. Un altro scenario molto interessante è per gli acquisti internazionali, dove non viene quasi mai offerta la praticità di dividere il valore in importi ogni mese.

Nubank afferma che la somma delle commissioni addebitate per la rata dei singoli acquisti è inferiore rispetto al costo totale del credito rotativo. In un esempio con un prodotto che costa R $ 75 a vista, l’utente sceglie di dividersi in nove rate uguali di R $ 10.27. Il rendiconto fiscale ha effettuato interessi del 4% al mese, insieme a IOF per migliorare l’importo finale – importo inferiore al minimo di R $ 20, capirai.

Per ora i test si svolgono all’interno di un piccolo gruppo di clienti del fintech brasiliano, ancora senza previsioni nubank per espandere la fase a più persone, oppure per consegnare lo strumento a tutti gli utenti.

Al momento, i clienti con carta di credito e conto all’interno di fintech possono richiedere un prestito personale in alternativa. Questa modalità è più costosa (la tariffa cambia da persona a persona, ma ruota del 4,5% al mese), consente il primo pagamento in un massimo di 90 giorni e offre rate fino a 24 volte. Un’altra differenza qui intorno è che il processo può essere annullato da sette giorni dopo l’assunzione.

Nubank ha espandendo i suoi prodotti
Nel febbraio di quest’anno Nubank ha lanciato due novità, una nel proprio prodotto e un’altra nello strumento per i propri clienti. Il primo è la compatibilità della carta fintech brasiliana con un portafoglio digitale per la prima volta, in questo caso con Google Pay. Nubank ha promesso di apparire all’interno di queste soluzioni dal lancio di Samsung Pay in Brasile nel 2016 e solo ora i suoi utenti sono stati in grado di utilizzare il telefono per pagare gli acquisti.

La seconda novità è una sorta di carta prepagata, che Nubank giura di non essere di questa modalità. Anche così, il limite utilizzato dalla carta esiste solo se il cliente mette il denaro in un’area riservata dell’app, ma ancora all’interno del conto. L’importo immesso diventa automaticamente un nuovo limite e può essere utilizzato per qualsiasi transazione con carta di credito. Che si tratti di pagare gli acquisti, portare in vista i prodotti o iscriversi a qualche servizio.

Il denaro inviato al conto viene visualizzato come limite disponibile e qualsiasi acquisto che consuma questo numero causerà la configurazione dell’importo all’interno di Nubank per il pagamento della fattura alla sua scadenza, come deposito cauzionale.